• Marco Tomaiuolo

Bortoli Assicurazioni promuove l’arte. Donando bellezza si migliora la qualità della vita.


Le statue di Bruno Catalano hanno riportato, tra maggio e giugno, l’arte monumentale in giro per Venezia, tra le sue strade e le sue rive, in quattro luoghi diversi del centro storico lagunare. Una è stata collocata in Piazza San Marco, davanti all’ingresso del Museo Correr, sotto le arcate dell’ala Napoleonica. Un altro “viaggiatore” invece è stato posto in Riva Ca’ di Dio a Castello, all’entrata dell’Arsenale e all’interno del Salone Nautico Venezia.


Noi siamo convinti che la bellezza non può e non deve restare confinata ma deve essere mostrata, vista. È per questo che all’interno dei nostri locali di Banca Generali sarà sempre presente il “Viaggiatore - Alessandro”. Una statua bronzea sospesa nell’aria come le altre opere di Bruno Catalano: personaggi eterei non terminati, “non finiti”, che hanno con sé sempre un bagaglio, una valigia, una borsa o uno zaino, viaggiatori che non si sa da dove vengono né dove vadano ma sempre pronti ad ogni meta: metafora di quella che deve essere la missione dei consulenti assicurativi e la nostra missione. Tutti noi dobbiamo essere sempre pronti a nuovi viaggi, all’idea di nuove mete da esplorare. E per farlo dobbiamo viaggiare leggeri, dobbiamo avere il coraggio, a volte, di lasciar indietro il passato e tutti i suoi fardelli e di procedere spediti verso il futuro che ci aspetta.


Di origini miste e mediterranee, Bruno Catalano è nato in Marocco nel 1960. Nel 1975 è costretto all’esilio con la sua famiglia. Sbarcato a Marsiglia con la speranza di ricominciare una nuova vita, conserva nella memoria il dolore del proprio sradicamento. A 18 anni diventa marinaio, poi elettricista, a 30 incontra l’arte e la scultura in argilla attraverso artisti come Rodin, Giacometti, César. Da quel momento decide di consacrare la propria esistenza all’arte scultorea. Notato per la prima volta nel 2005 da un gallerista parigino a una mostra d’arte contemporanea, evolve dall’argilla al bronzo e scolpisce personaggi sempre più grandi, realizzando così notevoli prodezze tecniche. A Venezia Bruno Catalano è rappresentato dalla Galleria Ravagnan, la più antica galleria d’arte contemporanea di Piazza San Marco.

60 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti